Il Gruppo Volkswagen promuove l’elettromobilità in Cina

“Ancora una volta il Gruppo Volkswagen assumerà il ruolo d’innovatore in Cina, promuovendo la maggior iniziativa per la mobilità elettrica nella storia automobilistica del Paese” ha annunciato Martin Winterkorn, Presidente di Volkswagen AG, in occasione del Salone di Pechino. 

Il progetto prenderà il via con l’introduzione, prevista già per l’anno in corso, di due modelli Volkswagen: la e-up!1 e la e-Golf2

La Porsche Panamera S E-hybrid3 è già presente nelle Concessionarie cinesi, 
mentre il prossimo anno il Gruppo lancerà altre due innovative vetture plug-in ibride: la Audi A3 e-tron4 e la Golf GTE5

Nel 2016 sarà la volta di due modelli destinati esclusivamente al mercato cinese: la Audi A6 e la nuova berlina media Volkswagen, entrambi plug-in ibridi che saranno sviluppati in collaborazione con i partner FAW Volkswagen e Shanghai Volkswagen, e che saranno prodotti in loco. Inoltre, la concept Bentley Hybrid apre una finestra sull’ampio potenziale della tecnologia ibrida. 

Gli investimenti restano a livello record 
A tal fine, le due joint venture FAW Volkswagen e Shanghai Volkswagen stanno investendo più che mai in vetture e sistemi di trazione all’avanguardia, tecnologie “verdi” e stabilimenti che salvaguardino le risorse.

Fino al 2018 saranno investiti 18,2 miliardi di Euro. “Un nostro team di oltre 2.700 ingegneri in Cina e i nostri partner stanno lavorando sulle tecnologie più nuove, e contiamo molto sulla forza innovativa cinese” ha dichiarato Winterkorn. Anche il percorso di crescita dell’Azienda proseguirà; nei prossimi anni, solo in Cina, verranno creati più di 20.000 posti di lavoro qualificati. 

La Rete si espanderà del 50% entro il 2018 
La Rete dei Concessionari del Gruppo sarà protagonista di un’espansione del 50%, passando dalle attuali circa 2.400 a più di 3.600 Concessionarie entro il 2018. Oltre 500.000 persone saranno poi impiegate nel settore commerciale del Gruppo Volkswagen in Cina. Alla base del successo delle Concessionarie c’è una gamma modelli attraente e in continua crescita. Solo quest’anno, le Marche del Gruppointrodurranno in Cina oltre 30 novità tra nuovi modelli, modelli successori e  aggiornamenti di prodotto.

La Cina gioca un ruolo chiave nella Strategia 2018 
Winterkorn ha inoltre aggiunto: “La Cina è il mercato principale per il Gruppo Volkswagen e gioca un ruolo chiave nella nostra Strategia 2018. Anche quest’anno vogliamo registrare una crescita a doppia cifra nel Paese e, per la prima volta, puntiamo a consegnare più di 3,5 milioni di veicoli ai Clienti”. Winterkorn vede una crescita complessiva del Gruppo nei vari mercati: “Quest’anno puntiamo a consegnare, per la prima volta, più di 10 milioni di veicoli in tutto il mondo”. Ciò significherebbe che 
l’obiettivo quantitativo della Strategia 2018 verrebbe raggiunto quattro anni prima del previsto. 

La digitalizzazione ridefinisce il concetto di auto in Cina 
La Cina sarà parte integrante del progetto “Future Tracks” promosso dal Gruppo. “Qui in Cina, come ovunque, le aspettative della gente sulla mobilità stanno cambiando sempre più rapidamente” ha spiegato Winterkorn. Inoltre, l’incremento della digitalizzazione sta proponendo nuove sfide all’industria automobilistica ma, allo stesso tempo, sta offrendo grandi opportunità. Il Gruppo Volkswagen sta affrontando questi e altri temi legati al futuro con l’iniziativa “Future Tracks”. “Intensificheremo ulteriormente il nostro orientamento al Cliente in modo da poter rispondere ai suoi desideri in modo più rapido e flessibile, anche qui in Cina.


I migliori esperti del Gruppo Volkswagen lavorano al progetto “Future Tracks” per 
trovare risposte alle tendenze a lungo termine e alle sfide del mondo dell’automobile. 

Ciò include anche servizi inediti che, in futuro, saranno sempre più richiesti. “Grazie a questo programma saremo in grado di offrire ai Clienti e, più in generale, ai mercati, l’auto giusta, con la tecnologia giusta al momento giusto” ha affermato Winterkorn. “Per me, “Future Tracks” contiene molti elementi essenziali per portare avanti e sviluppare ulteriormente la nostra Strategia 2018”.